venerdì 20 ottobre 2017

Le buone notizie del mattino (2)

Questa mattina il caffè lo prendo con Avvenire. Nuova replica di Occident Express. Lungo viaggio. Cena saltata. Superstrada di notte. La conta dei respiri e dei battiti del cuore. Svegliarsi di buon mattino. Computer acceso. Desiderio di recensioni da intingere nel caffè. Dal nazionale al locale la conta è questa: Noi in fuga con Haifa da Mosul al Baltico (Corriere dell’Umbria); Vola ‘Occident Express’. Un debutto che conquista (La Nazione); Occident Express al Teatro Morlacchi, la moderna Odissea di una donna (PerugiaToday.it); Occident Express: il Teatro Stabile scommette sulla nostra sensibilità (Il Messaggero).
Tra poco di nuovo in auto. Di nuovo a Perugia. Di nuovo al Teatro Morlacchi. Di nuovo su questo foglio di storia, di memoria, d'umanità.

mercoledì 18 ottobre 2017

Le buone notizie del mattino

Svegliarsi una mattina e ritrovarsi in uno scatto sul Corriere della Sera, nella pagina degli spettacoli, con la tua fisarmonica tra le mani. Sono notizie che tirano su meglio di un caffè. 
Questa sera la prima nazionale di Occident Express (Haifa è nata per star ferma) al Teatro Morlacchi di Perugia. Vi aspetto?

giovedì 12 ottobre 2017

Occident Express a Terni

Prime occasioni umbre per assistere a Occident Express (Haifa è nata per star ferma): da questa sera a domenica 15 ottobre repliche (in anteprima) al Teatro Secci di Terni (TR). Vi aspetto insieme a Ottavia Piccolo e all'Orchestra Multietnica di Arezzo!

Occident Express

Ieri l'anteprima nazionale di Occident Express (Haifa è nata per star ferma) al Teatro Comunale Mario Spina di Castiglion Fiorentino (AR). Non ho ancora molti scatti da mostrare ma condivido con piacere questo scatto realizzato alla conclusione della prova generale dal Teatro Stabile dell'Umbria produttore dello spettacolo insieme a Officine della Cultura. In scena l'intero cast dello spettacolo, amici e compagni di quello che sarà un lungo: Ottavia Piccolo, Enrico Fink, Luca Roccia Baldini, Natalia Orozco, Gianni Micheli (io), Massimo Ferri, Maria Clara Verdelli, Massimiliano Dragoni, Mariel Tahiraj.

venerdì 29 settembre 2017

Orchestra Multietnica di Arezzo per "ConVivi Arezzo"

Dieci anni, trenta musicisti (di anno in anno sempre un po' diversi) e un'idea di dialogo interculturale e di convivenza.  È l'Orchestra Multietnica di Arezzo con la quale festeggerò un compleanno importante, simbolico, sabato 30 settembre in Piazza Zucchi, ad Arezzo. Al mio fianco amici e colleghi, menti e ponti tra culture e popoli, nell'utopia di una terra comune - in pace - che non riesce ad ammettere confini. 
Posso invitarvi a festeggiare insieme a noi? Avremo una piazza ricca di sorprese, aperta a tutte le età, con attività dedicate anche ai bambini. E soprattutto musica per la festa, perché la gioia di un corpo che sorride è la gioia di un'intera comunità.

venerdì 8 settembre 2017

Il venerdì del Palio di Isola Dovarese

Oggi è il venerdì del Palio di Isola Dovarese. Ultimi preparativi. Ultimi allestimenti. Alle 19 daremo avvio alla macchina del tempo per abitarla di storia, emozione, fantasia, lavoro e un grandioso omaggio all'ingeno e alla creazione.
Se siete in cerca di approfondimenti v'invito a leggere i recenti articoli usciti su La Provincia di Cremona a firma di Rosita Bellometti. Per tutto il resto non c'è altro possibile chiarimento che nel vedere con i vostri occhi PRODIGIA MECHANICA - D’un Pigmalione facitor d’orologi e creator della donna sua.

domenica 3 settembre 2017

Tutto pronto (quasi) per il Palio di Isola Dovarese

Risveglio da La Provincia con il programma del Palio di Isola Dovarese. Per il prossimo fine settimana non prendete impegni. Niente mare (l'estate è quasi finita), niente scampagnate (ormai siete stanchi), niente lavoro (è un fine settimana), un tuffo nel passato (che ci ricorda da dove veniamo) insieme anche ai più piccoli (per chi ne ha e per ricordarci dove vogliamo andare).

martedì 22 agosto 2017

La bambina silenziosa (ovvero dopo i quarant'anni)

Quanto accade, accadrà o vi sta già accadendo dopo i quarant’anni ve lo racconto con le parole di Peter Høeg, La bambina silenziosa, Mondadori. Consigliato a chi ha buon orecchio o non ne ha proprio ma sta cercando buoni consigli. Consigliato a chi deve fare una tesina su Bach. Sconsigliato a chi ascolta il pop in cuffia. Sul finale ho qualche perplessità ma se vi va leggetelo. 

«Dopo i quarant’anni la memoria a breve termine perde qualche colpo» (p. 28).
«Piombò sul prato di schiena, i polmoni completamente svuotati. Quando uno ha sei anni e gli succede per la prima volta, crede di morire. A quarantadue sa che non se la potrà cavare così facilmente» (p. 66).
«Col passare degli anni, l’essere umano adegua la propria età e tonalità all’interno del circolo delle quinte. È la corrispondenza acustica di ciò che chiamiamo maturazione» (p. 97).
«Ogni giorno che passa dopo aver compiuto quarant’anni l’ospizio e la lente d’ingrandimento illuminata si fanno più vicini» (p. 103).
«Non gli restava che telefonare a suo padre. Non è una buona cosa avere quarantadue anni e dover ancora telefonare a papà perché non hai altre risorse» (p. 163).
«C’è qualcosa che non va se un ragazzo in gamba pensa a sua madre anche se ha compiuto quarantadue anni ed è quasi morto?» (p. 253).
«Era splendido. Quando si sono compiuti quarantadue anni si comincia a vivere di ricordi» (p. 254).
«Desiderò che fosse lì ora, accanto a lui; ci si deve vergognare di avere nostalgia della propria madre quando si hanno quarantadue anni e si cammina su una coda tesa sulla crisi?» (p. 338).

lunedì 14 agosto 2017

Le notti difficili

Va bene, è agosto, ma state attenti ad andare in vacanza, non arroccatevi sulla torre, perché i Saturni vengono ogni giorno... parola di Dino Buzzati, Le notti difficili, Mondadori (p. 132).

«Ma, professore, qui in città da almeno sessantacinque anni, da quando io sono nato...»
«I Saturni sono venuti,» continuò imperterrito il venerando «e tu, povero figliolo mio, lassù in cima alla tua inutile torre, non ti sei accorto di niente.»
«Li avrei pur visti arrivare dalla strada del nord!»
«Non sono venuti dalla strada del nord, e neppure da quella del sud. Sono usciti in silenzio da sottoterra, hanno saccheggiato, hanno devastato. E tu, povero figliolo mio, nel tuo onorevolissimo egoismo, non ti sei accorto di niente!»
«Comunque me la sono scapolata, no?» fece il Godrin, un poco piccato.
«I Saturni sono venuti, hanno saccheggiato, sono ripartiti. Ma altri sono venuti ancora. Altri Saturni vengono ancora ogni giorno, assaltano, saccheggiano, devastano e ripartono. Non impazzano con la cavalleria per le strade e le piazza, essi lavorano dentro ciascuno di noi, e fanno strage, se non stiamo più che attenti...»
«Ma io...»
«Ma tu niente. Hanno assalito anche te, hanno devastato anche te, e tu non te ne sei accorto perché guardavi da un'altra parte, a quella stupida strada del nord. E adesso sei quasi vecchio, povero figliolo mio. E così hai buttato via la tua vita.»

mercoledì 9 agosto 2017

Pagine Allegre con il Festival del Sudore

Sono tornate le Pagine Allegre con un'idea estiva dell'associazione God Sud: il Festival del Sudore! Se appoggiate l'idea sostenetela numerosi! E, naturalmente, sudati!

martedì 8 agosto 2017

Orchestra Multietnica di Arezzo con Shel Shapiro ad Arcidosso

Amici lettori di Arcidosso (GR) e dintorni, e chiunque avrà voglia di prendervi parte, domenica 27 agosto vi sarà una nuova data dell'Orchestra Multietnica di Arezzo con Shel Shapiro. Ore 21:30. Ingresso libero! Venite venite!

mercoledì 2 agosto 2017

A tempo di klezmer

Serata a tempo di klezmer! Appuntamento a Cortona alle ore 21:15, Cortile di Palazzo Casali, con "Music for a Jewish Wedding" inseguendo il flauto di Enrico Fink insieme al pubblico del Festival delle Musiche. Una bella serata di festa da matrimonio (senza sposi) che mette un punto e virgola sui miei concerti estivi. 

giovedì 27 luglio 2017

Music for a Jewish Wedding

Mercoledì 2 agosto, ore 21:15, ho il piacere d'invitarvi a Cortona, nella cornice del Chiostro di Palazzo Casali, per assistere alla parte più ritmica e danzante di una tra le feste più antiche che sia dato conoscere: il matrimonio. In questo caso un matrimonio ebraico. Trattasi di Music for a Jewish Wedding e mi troverete tra gli stimolatori di ritmi con l'Enrico Fink Orchestra.
Da non sottovalutare la possibilità d'entrare al prestigioso MAEC di Cortona con lo stesso biglietto d'ingresso. Venite a far festa!