Pubblicazioni & CD

Tra errori, incertezze, buona fortuna, cattiva sorte, buoni editori, cattivi editori e un po' di fai da me, questi sono i fogli - e i suoni - che sono usciti dai cassetti dal 1995 circa. Hanno trovato un progetto e si sono fatti carta e voce. Qualcuno è già introvabile, altri non li troverai mai.

Solo per gli editori: qualora diversamente segnalato i diritti sono da considerarsi dell'autore e dunque cedibili per nuove e aggiornate pubblicazioni.

Aggiornamento del XXI secolo. Ho cercato di resistere finché ho potuto ma i cassetti ormai strabordano e i racconti invecchiano. Meglio dunque gettarli al mondo e che il vento spieghi le loro vele sulla difficile traversata che li attende.
Grazie alla moderna editoria, a Lulu e a Ilmiolibro, vi presento anche i miei più cari lavori, quelli su cui ho sofferto e che han patito con me le pene della solitudine, per l'infanzia e per i lettori adulti più accaniti. Potete scaricarli sul pc oppure farveli arrivare su carta direttamente dal corriere. Garantisco che il prezzo pagato sarà investito in nuove fantasticherie.

LE CAMPANE DIN DON DAN
Bimed, 2017

Da un incipit di Gianni Micheli, gli autori del racconto sono gli studenti delle scuole:

I.C. "Caio Lucillo" plesso di Carano - sessa Aurunca (CE) - classe V A
I.C. "A. Gatto" - Scuola Primaria plesso via Stella - Battipaglia (SA) - classe V B
I.C. "Salvemini" - Battipaglia (SA) - classe V E
I.C. "Eduardo De Filippo" - Sant'Egidio Del Monte Albino (SA) - classe V B
III I.C. - Milazzo (ME) - classe V A
I.C. Statale "G. Siani" - Sant'Angelo a Cupolo (BN) - classe V
I.C. Nasi-Calvino - Moncalieri (TO) - classe V
VI Circolo Didattico "Medagli d'oro" Scuola Primria - Salerno - classe V B
I.C. "Lucia Schiavinato" Scuola Primaria "G. Carducci" - San Donà di Piave (VE) - classe V B
Scuola Internazionale Europea "Altiero Spinelli" - Torino - classe V A Primaria

I GEMELLI E IL FISCHIO MAGICO
Bimed, 2016

Paolo e Gemma sono due simpatici gemelli, così uguali ma così diversi, accomunati dalla passione per un magico fischietto di legno che nonno Mario ha insegnato loro a costruire. Un insieme di avventure accompagnerà le giornate dei bambini che si divertiranno a giocare con i loro fischietti e i loro amici, utilizzando il gioco e il fischio come il mezzo più semplice ma più efficace per risolvere anche i problemi dei grandi. ma dopo tante marachelle è tempo di ritornare a scuola...

Da un incipit di Gianni Micheli, gli autori del racconto sono gli studenti delle scuole:

Istituto Comprensivo Scuola dell'Infanzia Perdifumo Castellabate (SA) - classi sez. A/B
Istituto Comprensivo "Salvemini" Battipaglia (SA) - classe II C Scuola dell'Infanzia plesso via Ravenna
Scuola dell'Infanzia "Pinocchio" Istituto Comprensivo "Nasi" Moncalieri (TO) - sez. C
Istituto Comprensivo "S. G. Bosco-Venisti" Capurso (BA) - classe I C
Istituto Comprensivo "Fiorentino" Battipaglia (SA) - sez. C Infanzia
Istituto Comprensivo "Minturno 1" plesso Scuola dell'Infanzia di Spigno Saturnia Minturno
Istituto Comprensivo di Montemiletto (AV) - gruppo misto sez. C/D
Istituto Comprensivo Borgaro Torinese (TO) presso "Grosa" - classe I E
Direzione Didattica III Circolo Pagani (SA) - classe I B "M. Torre"

Gianni Micheli,
Invito a pranzo sul pianeta Ypsilix
Lulu, 2016

Il volume racconta il viaggio verso il pianeta Ypsilix, in compagnia della scrittura creativa, degli studenti delle classi quinte della Scuola Primaria “V. Fossombroni”, Istituto Omnicomprensivo “G. Marcelli” di Foiano della Chiana (AR), nell'anno scolastico 2015/16. Racconti e disegni con un percorso narrativo dedicato ai lettori in età scolare e ai genitori per poter replicare, anche a casa, il viaggio verso il pianeta Ypsilix compiuto dagli studenti del laboratorio.

Marta Mentasti,
Le Piantafavole,
Gnomo Babò e gli animali del bosco raccontano come stare in salute secondo natura
Con il contributo di Gianni Micheli
Illustrazioni di Luna Colombini
Intermedia Edizioni, 2016
Il Piccolo Principe e l'Aviatore,
con la Piccola Orchestra delle Officine,
una produzione Luca Roccia Baldini/Officine della Cultura distribuita da Woodworm Audioglobal, 2016
(CD)


LA PULCE BIGIA
Bimed, 2015

Bigia è solo una piccola pulce, ma forte e intrepida; animata da grande coraggio e spirito d'avventura lascia il suo "mondo pulcesco" per andare alla ricerca del famosissimo mercato delle pulci, sicura che lì avrebbe trovato la risposta ai suoi mille perché.
Insieme a Chiara e Pink, suoi compagni di viaggio, e a molti altri amici che incontrerà lungo il percorso, vivrà mille avventure, una più pericolosa e imprevedibile dell'altra, senza arrendersi mai sino alla fine, spinta da una grande forza interiore: la volontà.

Da un incipit di Gianni Micheli, gli autori del racconto sono gli studenti delle scuole:

Istituto Comprensivo "Casalini" San Marzano (SA), Scuola Primaria - classe III D
Direzione Didattica Coppino presso Falletti Torino - classe III A
Istituto Comprensivo di Madrid - classe II B
Direzione Didattica II Circolo M. S. severino (SA) presso San Vincenzo - gruppo misto classi III B/C
Istituto Comprensivo Il "Dati" Boscoreale (NA) plesso "N. De Prisco" - classi III A/B primaria
Istituto Comprensivo di Castellabate - classi I/III A
Scuola Statale di Madrid - classe III B
Istituto Comprensivo "G. Siani" Sant'Angelo a Cupolo (BN) plesso Calvi - classe III B
Istituto Comprensivo Statale di Casapesenna - classe III C
33° Circolo Didattico di Napoli, Scuola Primaria "Risorgimento" - classe III D


BASTA POCO!
Bimed, 2014

Viene ritrovato lo scalpello con cui fu creato Pinocchio e, per una serie di eventi, tre amici ne entrano in possesso, scoprendone le proprietà magiche. I nostri protagonisti sono appassionati "ecologisti" e non sopportano gli atti incivili e i soprusi a danno della Natura, ad opera di persone senza scrupoli: utilizzano le proprietà dello scalpello magico per dare delle belle lezioni e, soprattutto, per porre rimedio ad alcune spiacevoli situazioni. Per un po' utilizzano la magia, ma poi si rendono conto che non può essere la vera soluzione. Meglio fare qualcosa di efficace per creare consapevolezza, per promuovere la cittadinanza attiva, l'onestà e la responsabilità.

Da un incipit di Gianni Micheli, gli autori del racconto sono gli studenti delle scuole:
Istituto Comprensivo "Leonardo Da Vinci" Scuola Primaria "Pablo Neruda" di Torino - Classe IV A
II Circolo di Gragnano - Plesso di Aurano - Classe V A
Istituto ComprensivoStatale "G. Verga" di Riposto - Classe V A
Istituto Comprensivo "Domenico Cimarosa - IV Circolo" di Aversa - Classe V D
Istituto Comprensivo Statale "San Fruttuoso" di Genova - Classi IV A, IV B
Istituto Comprensivo II "Dati" di Boscoreale - Classi V A, V B
III Circolo Didattico "C. Collodi" Pagani - Classe V Scuola Primaria
Istituto Comprensivo "SS. Giovanni Paolo II - Anna Frank" di San Marzano sul Sarno - Classe V D Scuola Primaria
Istituto Comprensivo "Nasi" di Moncalieri - Classe V C
Circolo Didattico "P. Gobetti" di Torino - Classe V D

Portosantagostino,
Secondo cd dell'Orchestra Multietnica di Arezzo - OMA,
una produzione Luca Roccia Baldini/Officine della Cultura distribuita da Materiali Sonori, 2013
(CD) 

LULU' E IL PESCIOLINO ROSSO
Bimed, 2013

Un pesciolino rosso, Op, vive in una boccia ed è desideroso di porre domande alla sua padroncina una bimba di nome Lulù. Ogni giorno la piccola osserva la boccia, nasce così un dialogo fra i due personaggi. Il pesciolino si sente solo, ma Lulù lo rincuora, gli presenta i suoi amici gli trova un coinquilino Oplop. La boccia è diventata piccola, Lulù si trasferisce in un bellissimo acquario dove incontrano nuovi amici e grazie ad essi vivono nuove avventure. Durante i viaggi assaporano la libertà e ritrovano grandi figure e apprezzano l'importanza ed il valore dell'amicizia.

Da un incipit di Gianni Micheli, gli autori del racconto sono gli studenti delle scuole:
Classe II B Scuola Primaria “Salvo D’Acquisto” di Capaccio Scalo (SA);
Classe II B Casa Angelo Custode di Alessandria;
Classi II A/B I.C. Castaldi Rodari di Boscoreale (NA);
Classi II E/F Circolo Didattico di Procida (NA);
Classi II A/B I.C. “R. Di Nicola” di Acerno (SA);
Classe II B S.P. “Don L. Milani” Sant’Angelo di Piove di Sacco (Padova);
Classi II A/B/C/D/E/F I.C. - Scuola Primaria “G. Rodari” di Cesa (CE);
Classe II B I.C. “G. Pascoli” di Tramonti (SA);
Classe II A Direzione Didattica Statale 3° Circolo di Nocera Inferiore (SA);
Classe II A I.C. Specchia-Lucugnano di Specchia (LE).

«Il Fungo Flu»,
in Agenda 2012/2013,
Bimed 2012.

[…] Il Diario-Agenda si propone come una ulteriore traccia-stimolo alla narrazione: la vostra classe, organizzandosi come meglio ritiene, potrà annotare quotidianamente nelle pagine del diario un momento significativo della vita scolastica e poi, con cadenza quindicinale o mensile, rielaborare le annotazioni in forma narrativa.
Alla fine di maggio il racconto di classe che scaturirà dai “capitoli” periodicamente rielaborati potrà essere inviato alla Bimed.
Ciascun racconto sarà letto e commentato da uno scrittore.
I migliori lavori saranno premiati con la pubblicazione e con la successiva presentazione in rilevanti iniziative di promozione della lettura e della scrittura […].

ALLERGIA ALLA FANTASIA
Bimed/Exposcuola, 2012

Questa è la storia di un bambino di nome "A", affetto da una rara malattia: l'allergia alla fantasia. I suoi genitori, il papà Bo e la mamma Zoe, insieme con un amico di nome Fritz, accompagnano il piccolo "A" da un grande e "curioso" scienziato australiano esperto di questa rara malattia, che cercherà di aiutare "A" a trovare il modo e gli strumenti per affrontarla. Durante un lungo e avventuroso viaggio in Australia e intorno al mondo "A" e i suoi amici vivranno strabilianti avventure e incontreranno cose straordinarie che porteranno infine il bambino alla guarigione. La storia di "A" è il paradigma della storia di tutti noi, della nostra difficoltà e soprattutto della difficoltà dei bambini di oggi, spesso stressati da ritmi di vita vertiginosi e sovraccarichi di mille impegni che li privano del bene più grande: il tempo per riflettere, FANTASTICARE e INVENTARE in libertà.

Da un incipit di Gianni Micheli questi gli alunni del racconto nato dalla Staffetta Creativa 2011/2012 ideata da Bimed:
I.C.S. "Don Alfonso De CAro" - Lancusi
I.C.S. "G. Mallamaci" - Motta San Giovanni
Direzione Didattica "L. Grossi" - Viadana
1° C.D. "E. De Amicis", plesso "Fundrisi" - Enna
Istituto Comprensivo "A. Pinto" - Pisciotta
Scuola Primaria "L. Cadorna" - Seregno
D.D. "Carlo Casalegno" - Torino
Direzione Didattica "Copparo" - Rò Ferrarese
I.C.S. "Santa Croce" - Sapri
Direzione Didattica 1° Circolo - Enna

L'ALBERO DELL'AMICIZIA
Racconto per immagini

Vuoi far nascere un Albero dell'Amicizia? Segui le indicazioni contenute nel libretto!
L'Albero dell'Amicizia è un laboratorio/spettacolo di e con Gianni Micheli. La storia è sfogliabile gratuitamente o acquistabile, al solo costo di stampa, solo su richiesta.

RASSEGNA DELL'ARTE E DI CHI NE HA FATTO PARTE
Anno 2011

Ciottoli, stampe, nomi e immagini di un cammino teatrale e musicale

Sfogliabile gratuitamente



 
CLASSICI DELLA CANZONE NAPOLETANA
DVD del concerto presso l'Anfiteatro Romano di Arezzo in data 3 settembre 2011
Registrazione a cura di ArezzoTV

Con l'Orchestra Firenze Canta Napoli
diretta dal M° Filippo Zambell
 «Il "Concerto dei Moscerini": la fotofavola da sfogliare»,
in AERRE, anno 3, numero 8, novembre 2011, pp. 62-63.

Leggi il progetto legato a "Il Concerto dei Moscerini".

Ercole Duio e la Paura del Buio,
Lulu, 2011

Chi ha paura del buio? Ecco un piccolo esercizio per superarla... con tanto d'occhi sbarrati. Dedicato ai piccolissimi lettori!!!

Umayanizzazione,
CalenGianni 2012
Lulu, 2011

"UMAYANIZZAZIONE" è il CalenGianni 2012, ovvero un calendario per inseguire in forma poetica le suggestioni dei 12 mesi dell'anno che verrà.
Anteprima (gratuita)

 Il Blog (4),
Anno Quarto
Lulu, 2011

IL BLOG (4) raccoglie gli articoli pubblicati all'interno del blog di Gianni Micheli (giannimicheli.blogspot.com) dal 28 ottobre 2010 al 28 ottobre 2011. Racconti ma anche riflessioni, idee, cartoline, fotografie, poesie, inviti a teatro e commenti sulla vita teatrale e musicale, sulle trasferte e sugli appuntamenti. Un quarto anno che riapre la stagione del blog dell'autore.

Testone il piccione,
Ilmiolibro, 2011

Una città. Una piazza. Esseri umani e piccioni che vivono vite parallele che a volte s'incrociano, a volte si scontrano, ma che il più delle volte nemmeno s'incontrano. Niente di più semplice. Niente di più normale con vite che sembrano segnate da una routine scritta nel tempo e con regole precise da rispettare. Fino all'arrivo di due importanti novità. Nella comunità dei piccioni fa il suo ingresso uno straniero con una grande testa, un segreto doloroso, un coraggio sorprendente e un nome che sembra fatto a sua misura: Testone. C'è chi ride. Chi vorrebbe allontanarlo. Chi se ne innamora. Chi sente che può essere il testimone di mondi ancora sconosciuti da raccontare. Nello stesso tempo tra gli esseri umani il nuovo Sindaco apre una storica piazza pedonale al traffico delle automobili. Esultano i commercianti e mentre i piccioni assistono perplessi all'inaugurazione della nuova piazza motorizzata, che sconvolgerà le loro vite, il nuovo venuto, lo straniero, sembra impazzire e a forza di testate si scaglia contro la macchina del Sindaco proprio nel suo giro inaugurale, ammaccandola come si conviene. La guerra tra esseri umani e piccioni è dichiarata. Il Sindaco non vuole tornare indietro e nel tentativo d'acciuffare il piccione combattente entra in campo addirittura l'Esercito con i propri carri armati. Ma non è tutto perché i piccioni della piazza, dalle vite sottosopra, devono affrontare anche un altro temibile imprevisto: molliche di pane avvelenate. Chi sta cercando di sterminare i piccioni della piazza? Qual è il segreto di Testone che sta portando eguale scompiglio tra le comunità dei piccioni e degli esseri umani?

Quando si dice «CASA»,
Lulu, 2011 

Quando si dice «Casa» è il racconto di un lungo viaggio: il viaggio di una parola "Casa" all'interno delle linee telefoniche. Viaggio d'amicizia e d'amore, di solitudine e di coraggio, che porta la protagonista a sventare un complotto internazionale di capovolgimento dell'ordine delle frasi imposto alle parole dagli esseri umani. Il tutto senza uscire dall'etere e da una corposa fantasia.

Il Concerto dei Moscerini,
Lulu, 2011

Il 30 aprile 2011 il Comune di Arezzo ha inaugurato l'inizio dei lavori per la costruzione di una Casa delle Culture. La Band@tomica, la formazione itinerante dell'Orchestra Multietnica di Arezzo (OMA), c’era. C'era come inquilina della Casa delle Culture che verrà. C'era come custode di quegli stessi valori che la Casa delle Culture rappresenta. A raccontare l'evento e a tenerne traccia molte fotografie e una sana emozione. Perché non mettere nel gioco anche un po' d'immaginazione?
Il costo è il puro costo di stampa. Nell'anteprima è comunque possibile sfogliare l'album integralmente. Buona lettura!

De Il Concerto dei Moscerini sono presenti le seguenti traduzioni: Albanese, Francese, Inglese, Siciliano, Spagnolo, Tedesco.

RASSEGNA DELL'ARTE E DI CHI NE HA FATTO PARTE
Anno 2010

Ciottoli, stampe, nomi e immagini di un cammino teatrale e musicale

Sfogliabile gratuitamente
Il Blog (3),
Anno Terzo,
Lulu, 2010 

IL BLOG (3) raccoglie gli articoli pubblicati all'interno del blog di Gianni Micheli dal 4 aprile 2009 al 3 aprile 2010. Racconti ma anche riflessioni, idee, cartoline, inviti a teatro, fotografie e commenti sulla vita teatrale e musicale, sulle trasferte e sugli appuntamenti. Un terzo anno che chiude la stagione del blog dell'autore fin quasi a tutto l'anno 2010. Gli articoli presenti nel volume non sono più consultabili on line.



Utopia e realtà: una memoria collettiva,
Ricordi e testimonianze per la fondazione di un Archivio della Memoria Orale dell'Ospedale Neuropsichiatrico di Arezzo,
Edifir, Firenze 2009 

Per dieci anni, dal 1970 al 1980, nell'ospedale psichiatrico e in tutto il territorio della Provincia di Arezzo, si è svolta, sotto la direzione del Prof. Agostino Pirella, un'impresa sanitaria e sociale straordinaria che ha portato non solo alla chiusura del manicomio, ma alla produzione di un nuovo paradigma scientifico e assistenziale che consente, con il necessario impegno politico, di prevenire e curare la sofferenza psichica nell'ambito delle relazioni umane, senza violenza fisica o farmacologico, senza abbandoni e senza emarginazione.
Una svolta nella sanità italiana che è stata possibile perché prima di tutto ha coinvolto e reso protagonisti i ricoverati, gli operatori, gli amministratori provinciali e comunali, le Organizzazioni sindacali e le Associazioni del volontariato, il mondo della cultura e i cittadini.
Di questa complessa e ricca partecipazione bisognava rendere conto. 

Quarta deriva,
partecipazione come ospite ai clarinetti
Prodotto da Luca "Roccia" Baldini, 2009

(CD - Quarta Deriva)



Misirlou
con l'Orchestra Multietnica di Arezzo in
CISCO DAL VIVO
Volume uno
Animameticcia,
Primo cd dell'Orchestra Multietnica di Arezzo,
una produzione Maxresearch/Officine della Cultura distribuita da Materiali Sonori, 2009
(CD)



Una strada in trasformazione,
in La storia, le storie,
Libera Università dell'Autobiografia, Anghiari (AR), 2009
Sottoidiciotto (201-400),
Lulu, 2009

Sottoidiciotto (201-400) contiene gli articoli dal numero 201 al numero 400 pubblicati da Gianni Micheli all'interno della sezione "Sottoidiciotto" del quotidiano on line www.arezzonotizie.it dedicato alla città di Arezzo, al suo territorio e all'infanzia che lo abita.
Sottoidiciotto (1-200),
Lulu, 2009

Sottoidiciotto (1-200) contiene i primi 200 articoli pubblicati da Gianni Micheli all'interno della sezione "Sottoidiciotto" del quotidiano on line www.arezzonotizie.it dedicato alla città di Arezzo e al suo territorio.
Il Blog (2),
Anno Secondo,
Lulu, 2009 

IL BLOG (2) raccoglie gli articoli pubblicati all'interno del blog di Gianni Micheli dal 4 aprile 2008 al 30 marzo 2009. Racconti, principalmente, ma anche riflessioni, idee, cartoline, fotografie e commenti sulla vita teatrale e musicale, sulle trasferte e sugli appuntamenti. Un secondo anno in cerca di nuove narrazioni e soluzioni multimediali. Gli articoli, finiti sulla carta, non sono più on line.

Le avventure di Pidocchio,
Lulu, 2008

Il volume Le avventure di Pidocchio nasce da un laboratorio/spettacolo ideato dall'autore che ha coinvolto nella primavera/estate 2008 i bambini di due vallate aretine, Valdarno e Valtiberina, nei Comuni di Arezzo, Laterina, Terranuova Bracciolini e Sestino. La prima parte, dedicata al laboratorio, illustra le varie fasi di preparazione delle maschere di Pidocchio, con materiali di riciclo, poi utilizzate nella messinscena, con un'intera sezione di giochi di abilità e di ingegno dedicata alla "Scuola del Pidocchio", per imparare a conoscere i pidocchi e a divertirsi, una volta tanto, alle loro spalle. La seconda parte, dedicata allo spettacolo, invita i bambini alla rappresentazione de "Le avventure di Pidocchio" con il copione integrale di facile interpretazione anche all'interno di scuole e circoli dell'infanzia.

Il mistero degli occhi di Raniero,
Lulu, 2008

Il mistero degli occhi di Raniero è la storia di un bambino con alcuni gravi problemi tra cui un nome che è un cognome, un cognome che sembra un nome e una miopia eccezionale. Cresce tra scherzi e malumori fino all'incontro con un libro straordinario che gli indica come riacquistare la vista con utili esercizi. Raniero ne è avvinto e comincia ad esercitarsi non migliarando la sua vista ma stravolgendo definitivamente il suo futuro. Le illustrazioni sono originali, la pubblicazione in pdf è a colori, la stampa, per ragioni di costo, in bianco e nero.

Il miglior aiutante dell'uomo,
Lulu, 2008

Tra il Sole e il Vento è in atto una vecchia guerra per decretare chi tra i due sia il migliore aiutante degli uomini. Ultima sfida del Sole è la costruzione di un palazzo altissimo capace di resistere al Vento. Il Vento è battuto ma medita una terribile vendetta: costringere alla fuga gli uomini che non l'hanno voluto preferire al Sole. Come? Facendo scappare tutti gli animali a partire da una piccola colombella diamante di nome Arietta intenta a costruire il nido.

Il corvo blu,
Lulu, 2008

Gelsomino è un piccolo corvo che ha due grandi difetti: non sa gracchiare ed ha il becco blu, per questo è chiamato il corvo blu. Due brutti difetti in una società di corvi gracchianti dal becco nero. Ha però un pregio: sa cantare e suonare molti strumenti musicali. Un pregio considerato inutile se non sconveniente, quasi un difetto ancora più vistoso degli altri. Ecco perché la sua comunità decide di allontanarlo e Gelsomino si mette in viaggio accompagnato soltanto dai suoi strumenti. Le ricorrenze e gli intrecci sono quelli della favola classica, così l'ambientazione, il viaggio, la lotta contro Mortuo il gigante, il ritorno. Non i personaggi, al limite tra il fantastico e il contemporaneo. Non il narratore, guida e punto d'incontro tra memoria e attualità della storia, tra attori, maschere, spettatori e strumenti musicali.

Il Blog (1),
Anno Primo,
Lulu, 2008

IL BLOG raccoglie gli articoli pubblicati all'interno del blog di Gianni Micheli dal 3 aprile 2007 al 3 aprile 2008. Racconti, principalmente, ma anche riflessioni, idee e commenti sulla vita teatrale e musicale, sulle trasferte e sugli appuntamenti. Un anno impegnativo, il primo visto con gli occhi della rete, in cerca di un futuro. Gli articoli presenti nel volume non sono più consultabili on line.

Grigio grigio,
Storia di Boccamatto e delle facce grigie grigie di Piriulì,
Lulu, 2008

"La nostra mamma Terra non è il solo pianeta abitato nell’universo. Lontana biliardi e biliardi di anni luce dalla Terra c’è una stella, di nome Piriulì, abitata da tanti piriulesi quanti nessuno è riuscito a contare. I piriulesi sono un popolo a tal punto colorato che i colori va a comprarli al mercato per dipingerseli addosso come fossero vestiti. Tutti i colori tranne uno, di un certo tipo, chiamato dai piriulesi: grigio grigio. "Grigio grigio" è la storia di un piriulese di nome Boccamatto, piccolo d’età e piccolo di fatto, che un giorno, per uno strano male, è costretto dal dottore a portare una faccia tutta grigia grigia. Una faccia brutta come la paura che gli fa cambiare tante volte espressione quante biglie colorate ci stanno in un sacchetto. E fu così che scappò di casa e venne scambiato per una faccia grigia grigia e seppe cambiare con i suoi colori e le sue parole il più brutto pregiudizio della sua stella, quello che voleva che le facce grigie grigie fossero...

Filarmonica Guido Monaco, musica da maestri... artigiani,
in Persone & Società, n. 1, Confartigianato Persone, Giugno 2008

Clic sull'immagine per leggere l'articolo!

D'Autunno, di Mare, d'Amore,
Lulu, 2008

D'autunno, di mare, d'amore presenta due favole senza tempo per gli amanti della vita, nella sue molte forme, e dei quesiti esistenziali. La prima "Storia di una foglia (e di un amore)" narra degli ultimi attimi di vita di una foglia sul suo ramo e dei primi al di là di questo, oltre l'autunno, oltre la paura e oltre la presunta morte. Cos'è nascere e morire? Cosa attendersi oltre la morte? La seconda, "Quando Bronzina conobbe (breve storia di una perla del mare)", narra del momento in cui una perla del mare viene svelata a se stessa dalla mano di un uomo e per la prima vola vede se stessa e il mondo che le ruota attorno, dandole vita e fantasia.

Cioccolosefiabe,
Cooperativa Quetzal, Modica, 2008

Con allegato CD con storia del cioccolato, favole lette e tante ricette!

A che giostra vuoi giocare?
Lulu, 2008


A che giostra vuoi giocare presenta 53 quesiti fotografici, uno per ogni settimana dell'anno. Ad ogni quesito corrispondono 9 domande in rima baciata, nonché un esempio di risposta, che interrogano il lettore sulla propria storia di vita, lo stato d'animo, il fare e il sentire. Un modo fantasioso per investigare su se stessi, per riscoprire sogni e desideri e ricostruire, col gioco, un personale diario dell'anno in corso.

È sbagliando che si diventa bravi,
in Memorandia le cose che raccontano,
Libera Università dell'Autobiografia, Anghiari (AR) 2007.

Gioioso dell'isola di Po,
in Poesia e Racconti a Renzino 2001-2005
Circolo Arci Renzino, Foiano della Chiana (AR), 2005

Le nuove storie dell'Ora di Tuk,
Libera Università dell'Autobiografia, Anghiari 2006.

Illustrazioni di Lucia Cheli
Presentazione di Duccio Demetrio

L'Eco del Chiaveretto. Colloquio con Marcello Maggini nei locali della sua Osteria,
in Di sosta in sosta. Itinerari mnemogastronomici lungo la Valle del Tevere,
Libera Università dell'Autobiografia, Anghiari 2005.


L'ora di Tuk,
Libera Università dell'Autobiografia, Anghiari 2003.

Illustrazioni di Davide Tatti
Fotografie di Gianni Micheli

Ilaria Lenzi & Gianni Micheli (a cura di),
Trovare le parole.
Come le ONG possono riuscire ad avere voce e fare notizia
,
Finding the right words. How the NGOs can be heard and hit the headlines,
Ucodep [Oxfam Italia], Arezzo 2003.

Gianni Micheli (a cura di),
Immagine e scuola: fantasia e possibilità.
Laboratori di studio e di ricerca in tre scuole della provincia aretina tra comunicazione visiva ed educazione allo sviluppo
,
Centro di Documentazione Città di Arezzo, Arezzo 2003.






Voce narrante in Beato,
traccia n. 7 in Mantraturbato / Gli spiriti del dopocena
Le Officine della Cultura/Materiali Sonori, 2003

(CD - Mantraturbato)
La torre e il fiore,
in Premio Serravalle 2002. Per la memoria della montagna, Bibbiena 2002, pp. 11-14

Racconto vincitore del Premio Serravalle.

I tre vicini,
in Anna Milanesi e Lorenzo Luatti (a cura di), Tra memoria e progetto, bambini e famiglie tra due culture, Centro Come, Centro Interculturale Città di Torino, Centro di Documentazione Città di Arezzo, Arezzo 2002, pp. 97-101.

Bleerk! Come non mi hai mai visto!
in FoianoFotografia, "Il mio paesaggio" esperienze, IV rassegna fotografica internazionale, 8-23 giugno 2002.

Immaginati una foto. Una foto che ti inquadra il naso, gli occhi, i denti, le labbra, la lingua, forse le orecchie e forse no. Che mette il tuo viso in primo piano. Che, nel tuo quotidiano, non ti faresti mai scattare. Una faccia, dai contrasti netti. Una maschera, insomma, distorsione voluta del tuo volto. Efficace. Esilarante. Decisamente brutta, eppure bella, perché cercata e "improvvisata" in un gioco che s'è fatto teatro. Teatro e immagine. Teatro e fotografia.
Accanto alla foto un disegno. Quel tuo stesso volto, scattato dalle proprie mani. E ancora accanto un pensiero. Una breve storia. Un tema. Una poesia. Nata da quell'espressione assurda. Irripetibile.
Il tutto dentro un piccolo mondo a forma di scatola. Ricoperto come un regalo. Invisibile ed accessibile. Indossabile come un vestito. Come una maschera, appunto. Una maschera osservabile da dentro, solo per chi la indossa. Maschera chiusa al mondo, aperta solo a te stesso.
Tutto questo è Bleerk! Come non mi hai mai visto!, un laboratorio di teatro-immagine realizzato nelle classi terze della Scuola Elementare di Foiano della Chiana. Dedicato ai genitori.

L'ora di Tuk. Un bambino entrò in un libro,
in Pedagogika, n. VI-1, gennaio-febbraio 2002, pp. 49-50.

L'ora di Tuk. La bambina nella valigia,
in Pedagogika, n. 24, novembre-dicembre 2001, pp. 49-50.

L'ora di Tuk. Quando un bosco e un teatro diventano amici,
in Pedagogika, n. 23, settembre-ottobre 2001, pp. 46-48.

Il vizio delle noci,
in Premio Letterario Internazionale Città di Lerici - Nona Edizione
La Versiliana Editrice, Firenze 2001, pp. 237-238.

Poltrone verdi,
Joppolo, Milano 1996, pp. 86.

Davanti a delle poltrone verdi giunge un uomo. Parla da solo. Sceglie da solo. Ed è un uomo, e più che un uomo un giovane uomo, nella necessità, non più procastinabile ma sempre più personale che reale, di emergere alfine dalla sua famiglia, e dal suo mondo di studi, così come dall'essere sempre nominato e considerato come "colui che ancora studia, rapace, che non produce e che, non più giovane, ormai solo parassitariamente consuma", per accedere come adepto, alfine, a quello del lavoro, di un lavoro operaio, con le sue leggi, le sue regole, brutali, determinate, ma anche con la certezza, quando ancora vi sia, di uno stipendio mensile in grado di mostrarlo al mondo quale uomo, da solo, capace di vivere.
Da un laureando, diplomato in conservatorio, l'urlo poetico di una generazione di intellettuali che solo sussiste, ancora, nella feroce scelta quotidiana di una estrema lotta interiore per la conquista di sé e di una propria sopravvivenza.
I diritti di Poltrone verdi sono disponibili per un'eventuale nuova pubblicazione.

Testa Rossa Jack,
L'Autore Libri, Firenze 1995, pp. 93.

Un uomo, o meglio un ragazzo, dall'eroico nome, e un "brufolo", dalle eroiche gesta. Questa l'esaltazione dell'incubo di generazioni di adolescenti nell'immaginaria e "nauseabonda" lotta di un brufolo, e del suo popolo, per la conquista di un viso e di un Impero. 

I diritti di Testa Rossa Jack sono disponibili per un'eventuale nuova pubblicazione.


* * *

Qui di seguito le indicazioni per sfogliare integralmente e, volendo, acquistare al solo costo di stampa la "fotofavola" dal titolo Il Concerto dei Moscerini con i partecipanti in carne e ossa della Band@tomica, la formazione itinerante dell'Orchestra Multietnica di Arezzo (OMA).
L'originale è in italiano ma grazie alle tante voci dell'OMA, alla generosità dei musicisti dell'Associazione Orchestra Multietnica di Arezzo, al volontariato ispiratore di molti gesti - e non solo per ragioni da addebitarsi alla "crisi" - nonché ai moderni strumenti della tecnologia, ne sono nate divertenti traduzioni che sono ora a farsi vedere per il mondo, un po' come piacerebbe a noi.
Mi preme ringraziare ancora Caterina Capecchi, autrice di gran parte degli scatti fotografici, Laura Cirinei e M.C. nonché Stefania Sandroni e Alessandra Stanghini dello staff prezioso di Officine della Cultura, la cooperativa ispiratrice dell'OMA, sempre in prima linea, sempre preziose! Oltre, ovviamente, a tutti coloro che si sono prestati al gioco della traduzione!!!
Buona lettura!

IL CONCERTO DEI MOSCERINI
di Gianni Micheli
(ed. originale in italiano)
Link a Lulu per la lettura e l'acquisto


THE CONCERT OF THE GNATS
(ed. in inglese)
Traduzione di Paolo Cardillo
Link a Lulu per la lettura e l'acquisto

KONCERTI I MIZAVE
(ed. in albanese)
Traduzione di Mariel Tahiraj
Link a Lulu per la lettura e l'acquisto
 
U CUNCETTU DE MUSCHITTI
(ed. in siciliano)
Traduzione di Alberto Patania
Link a Lulu per la lettura e l'acquisto

LE CONCERT DES MOUCHERONS
(ed. in francese)
Traduzione di Danny De Ritis
Link a Lulu per la lettura e l'acquisto

 
 EL CONCIERTO DE LOS MOSQUITOS
(ed. in spagnolo)
Traduzione di Leidy Natalia Orozco Rodríguez
Link a Lulu per la lettura e l'acquisto

 DAS KAEFERCHENKONZERT
(ed. in tedesco)
Traduzione di Jolanda Heini
Link a Lulu per la lettura e l'acquisto